Nelle sue opere pittoriche (PIXEL-INFORMALE ASTRATTO), l’artista rappresenta prevalentemente il rapporto dell’ uomo con la natura, che viene colta nei suoi elementi di colori e luci sotto forma di pixel. Questi, aggregandosi e dissociandosi, compongono la materia. La veridicità pittorica del segno primitivo e sferzante ondata colorata della natura inquadrano il suo operato artistico nella sfera più poetica del fare arte. Nel ciclo pittorico “GRAFFITI “, l’artista ,attraverso il simbolismo ed il segno dell’arte preistorica in Italia lasciati dall’uomo in grotte, ripari, rocce, guarda verso il futuro quando l’uomo distruggerà l’attuale civiltà e ritornerà alle caverne e alla caccia in una natura primaria e potente. Allora in quel contesto, l’attuale civiltà sarà l’archeologia del futuro ed apparirà con segni evidenti in una civiltà cavernicola, dove l’uomo non avrà ricordo di quella attuale. Saranno, così, attuali riti tribali e propiziatori alle forze della natura come pure lotte e guerre in una civiltà che incomincia di nuovo il suo ciclo. Nelle opere COLLAGE a tecnica mista, l’artista Fioravante Cecere si avvale di paesaggi fotografati o di elementi presi dai media, nonché di foto ricordo di familiari, di luoghi cari e di viaggi (IPERREALISMO). Questi elementi entrano nella tela, dove trovano rifugio e dinamismo, dando vita a un mondo attraente e colorato. L’obiettivo dell’artista è di suscitare nell’osservatore serenità e gioia di vivere in un mondo troppo spesso alimentato da paura e terrore. Il suo è un bisogno metafisico, il cui intento è di collocare la realtà in una suggestione magica. Il mondo reale viene arricchito, di volta in volta, di elementi primitivi o surreali, di nuove informazioni ed emozioni che portano a un distacco dalla realtà, come in una favola. Le opere sono sempre racchiuse in una cornice di colori suggestivi e rasserenanti. (PIXEL). Nelle opere POESIPITTURA, COSI’ E’ LA VITA, l’autore riporta il brano di poesia e di fronte la tela ispirata. La poesia ispiratrice in alcuni casi è riportata anche sulla tela. Le opere si ispirano ad una delle ultime correnti pittoriche denominata POESIPITTURA-ARTE SENSORIALE.